MacBook PRO 2018 Teardown

macbook pro 2018 touchbar teardown

I Tecnici del noto portale Ifixit hanno smontato completamente la versione 13 pollici del nuovo MacBook Pro 2018 con touchbar ed hanno evidenziato una serie di criticità che di fatto rende quasi impossibili upgrade e riparazioni fuori del circuito ufficiale. Ad esempio l’assemblaggio della parte superiore del case è effettuato con una generosa quantità di colla che tiene insieme batteria, tastiera ed altoparlanti e di fatto ne rende difficile la rimozione per eventuali riparazioni e/o sostituzioni. Come se non bastasse questo la memoria RAM e peggio ancora l’SSD sono saldati sulla scheda madre, ciò ne rende di fatto impossibile la sostituzione senza passare dalla casa madre che in tutta probabilità cambierà l’intera scheda con notevoli costi. Oltre questo è sparita anche la porta interna per il recupero dati, questo pone una domanda importante: Come si farà a recuperare i dati da un MacBook danneggiato? Il TouchId (che funge anche da tasto di accensione) è accoppiato al nuovo chip T2 sulla scheda madre, ciò significa che in caso di danni al TouchId va sostituita anche la scheda madre. L’unica nota positiva è la batteria che è leggermente più capiente grazie alle 6 celle ed il touchpad che è possibile rimuovere senza dover togliere prima la batteria. Il punteggio finale di riparazione dichiarato da ifixit è di 1 su 10 e questo su macchine che nella configurazione più potente della versione 15 pollici possono costare oltre 8000€ lascia tanti dubbi.

indice riparabilità macbook pro 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *